ETRON S.r.l. Unipersonale

Impianti di allarme perimetrali per esterni

Gli impianti perimetrali in un'area esterna hanno lo scopo di impedire l'intrusione di malintenzionati nell'ambito della zona protetta, mediante sensori in grado di segnalare il pericolo sia ai proprietari della struttura protetta sia all'esterno (polizia, Istituti di Vigilanza), questo fattore è molto importante soprattutto per la tranquillità psicologica e fisica degli abitanti in quanto l'allarme scatta quando i ladri sono ancora all'esterno dell'edificio. 

Le tipologie di allarmi perimetrali sono principalmente le seguenti.
Antifurto Perimetrale - Barriera a Microonde
Prevalentemente adatto in zone con scarsa visibilità, molto piovose o nebbiose. Vengono installate delle colonne di rilevamento a microonde che si attivano al passaggio di persone all'interno dell'area protetta.

Antifurto Perimetrale - Autoportante con Sensori Infrarossi
Questo tipo di sistema garantisce una efficiente protezione, prevede la posa di barriere a infrarossi lungo tutta la zona perimetrale da sorvegliare che rilevano qualunque passaggio. 

Antifurto Perimetrale - Sensori Interrati
Questo tipo di impianto è indicato per chi non vuole far vedere, per motivi estetici o strutturali, i sensori di allarme, che infatti vengono interrati nel suolo e pertanto sono impossibili da individuare. Questo sistema è estremamente preciso, riusce a distinguere il passaggio di persone o di piccoli animali.

Antifurto Perimetrale - Recinzioni
Per proteggere le recinzioni esterne delle abitazioni o degli edifici ci sono due sistemi diversi:

  • antifurto perimetrale con sensori a cavo microfonico, generalmente posizionati su recinzioni reticolari. In questo caso chiunque entri in contatto con la rete metallica azionerà un segnale sonore captato dai cavi microfonici che analizzerà la situazione

  • cavi a fibra ottica, dove l'allarme viene attivato appena si tenta di tranciare uno dei fili reticolari

Commenti (0)

Lascia un commento